No allo sgombero dell’ex fabbrica della penicillina: un luogo da evacuare garantendo i diritti di tutti

Riceviamo e pubblichiamo ritenendo quanto accade estremamente grave e da affrontare. Il Comitato metropolitano ed il Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, rispettivamente nelle sedute del 22 gennaio e del 28 marzo 2018, hanno indicato l’immobile di via Read More …

La nave-testimonianza per riprenderci la nostra umanità

Riceviamo e pubblichiamo questo contributo di Flore Murard e restiamo impegnati sul fronte del sostegno a tutte le organizzazioni non governative che si battono per il rispetto degli obblighi di soccorso in mare, contro i ricorrenti tentativi di criminalizzazione della Read More …

Lampedusa, 5 anni dopo

Emilio Drudi Era ancora scuro, la notte tra il due e il tre ottobre 2013, quando quel barcone carico di profughi è arrivato a meno di un chilometro da Lampedusa. La prua era puntata verso la Spiaggia dei Conigli. Una Read More …

Il Decreto Salvini, una stretta pericolosa, di Eleonora Andriolo

Il decreto-legge “immigrazione e sicurezza” del Ministro dell’Interno Matteo Salvini è stato presentato ed approvato dal Consiglio dei Ministri in data 24 settembre 2018. Per l’entrata in vigore si dovrà aspettare la firma della Presidente della Repubblica, incaricato di valutare Read More …

Come si vive in Eritrea Una risposta al senatore Mauro Colorti

di Emilio Drudi “In Eritrea non ci sono situazioni aperte di conflitto ed anzi le condizioni di vita non sono così male. C’è lavoro per tutti anche se c’è molta povertà, ma nessuno muore di fame”. Con queste motivazioni il Read More …

Chiediamo la verità sui respingimenti in Libia

Numerose personalità, del Coordinamento per la Democrazia Costituzionale (nato durante  il tentativo bocciato da una grande risposta popolare referendaria di stravolgere la Costituzione) hanno proposto un appello per chiedere verità in merito al respingimento collettivo in Libia effettuato in data Read More …

Il caporalato uccide, l’indifferenza pure.

Stragi del lavoro e dello sfruttamento come quelle verificatesi negli ultimi giorni nella Capitanata, non possono lasciare indifferenti o essere considerati “banali incidenti stradali”. Sono frutto di una gestione del mercato di braccia in cui la sicurezza di chi lavora Read More …

Questa è Roma: Lettera aperta e appello della comunità sudanese di via Scorticabove

Riceviamo e volentieri pubblichiamo, questo testo che denuncia quanto accaduto ormai 11 giorni fa a Roma, dove la giunta pentastellata continua ad affrontare ogni questione sociale attraverso azioni repressive come gli sfratti e gli sgomberi di stabili occupati. La “Città Read More …

Eritrea, sarà la pace con l’Etiopia a spazzare via il regime?

di Emilio Drudi “Una storica visita di pace”. O, ancora, “Un abbraccio storico”. Così hanno titolato diversi media internazionali l’incontro avvenuto l’otto luglio ad Asmara tra Isaias Afewerki e il nuovo presidente etiope Abiy Ahmed, dopo un ventennio di stato Read More …

Se il regresso della coscienza collettiva ha un retrogusto d’avanguardia: la società dell’ossimoro

Monica Scafati L’Italia, Salvini, i migranti. La politica torna a concedersi al popolo, lo coinvolge, lo galvanizza. Partecipazione e patriottismo rilanciati ormai con l’esponenzialità di un web che premia pensieri brevi e dissociati, che mutua dal marketing lo slogan, e Read More …

No dell’Unione Africana agli hot spot: “Non vogliamo europei sul nostro territorio”

Dalla nostra amica Cornelia I. Toelgyes, riprendendo dal sito di Africa Ex Press (www.africa-express.info ) pubblichiamo un documentato articolo che dimostra, come già ci era capitato  di osservare, quanto le politiche di esternalizzazione delle frontiere da sempre realizzate  in perfetta Read More …

Rompiamo il silenzio sull’Africa, un appello di Alex Zanotelli

di Redazione Leggiamo e rilanciamo l’appello di Alex Zanotelli, che acquista un valore particolare in questo giorno nel quale la guerra agli ultimi celebra i suoi “successi”. Per il diritto alla vita, in terra ed in mare. Non ci arrenderemo Read More …

Cairo, si uccide in aeroporto piuttosto che essere riconsegnato al regime eritreo

di Emilio Drudi Piuttosto che essere costretto a tornare in Eritrea ha scelto di morire. Zerensenay Ermias Tesfatsion si è ucciso nella zona di transito per persone sotto custodia dell’aeroporto internazionale del Cairo. Aveva poco più di trent’anni. Trent’anni spesi Read More …

L’omicidio Soumayla Sacko, il caso Aquarius e il governo fascio-stellato

Pubblichiamo oggi, a poche ore dalla partenza del corteo contro lo sfruttamento che attraverserà le strade di Roma -primo atto di reale opposizione al nuovo governo – questo utilissimo articolo scritto dalla nostra amica e compagna Annamaria Rivera e pubblicato Read More …

Egitto, la diaspora eritrea in piazza per “riprendersi la vita”

di Emilio Drudi Sono scesi in piazza quasi in mille, dandosi appuntamento davanti alla sede dell’Unhcr, l’Alto Commissariato Onu per i rifugiati. Mille giovani della diaspora eritrea al Cairo, donne e uomini che hanno trovato il coraggio di sfidare le Read More …