L’inferno dei profughi in Libia: diventano un’auto-accusa le giustificazioni dell’Italia di fronte alla denuncia Onu

di Emilio Drudi “Cos’è oggi la Libia si sapeva già…”. O, ancora: “Sono cose terribili, ma in fondo già note”. E via di questo tono. E’ con dichiarazioni di questo genere che vari esponenti del Governo e del Parlamento italiano Read More …

A volte tornano. Un uomo tunisino sopravvissuto al sequestro libico

Tempo fa, in un’ottima ed interessante intervista, la giornalista Nancy Porsia ci raccontò, con dovizia di particolari, di come, grazie anche alle complicità dei governi italiano ed europei, si andava realizzando una vera e propria affermazione della mafia in Libia. Read More …

Meno arrivi di profughi dalla Libia, ma più morti e sofferenze in Libia

di Emilio Drudi I migranti sbarcati in Italia dal primo gennaio ad oggi sono diminuiti del 30,13 per cento rispetto allo stesso periodo del 2016. Il mese di ottobre in particolare ha fatto registrare un crollo del 78 per cento. Read More …

In Sudan per bloccare i migranti l’Europa continua a finanziare i criminali janjaweed

  Cornelia I. Toelgyes* da Africa ExPress L’Unione Europea ha stanziato centosei milioni di euro il 23 ottobre scorso per ulteriori aiuti al Sudan. Il finanziamento è stato deliberato dopo il rapporto di Christos Stylianides, commissario dell’UE, responsabile aiuti umanitari Read More …

Blindato anche il Sahara: migliaia di profughi espulsi o respinti in pieno deserto

di Emilio Drudi Dopo il Mediterraneo, sono sempre più blindati anche il Sahara e le altre “vie di terra”. Negli ultimi mesi migliaia di profughi sono stati respinti o espulsi, lungo la frontiera del deserto, dall’Algeria e dalla Libia. Soprattutto Read More …

La strage del 9 ottobre: la marina militare tunisina sperona e affonda un barcone di fuggitivi. Non solo una cronaca

Sono passate due settimane da un ennesimo naufragio nel Mediterraneo Centrale. Questa volta la dinamica dell’affondamento di un barcone,  partito dalle coste tunisine, porta a credere ad un atto doloso realizzato per fermare i migranti. Prendiamo il racconto che ci Read More …

Migrare non è reato (e altre cose che non passano in tv)

Pubblichiamo questo interessante articolo scritto da Francesca Fornario  il giorno prima della manifestazione antirazzista che ha vistro sfilare  a Roma migliaia e migliaia di persone. Ne proponiamo la lettura perché va apprezzato il tentativo di connessione fra le questioni connesse Read More …

Migliaia di profughi prigionieri a Sabratha dei trafficanti “riciclati” in gendarmi anti-immigrazione.

di Emilio Drudi Da 7 a 9 mila profughi prigionieri a Sabratha. Li hanno trovati i soldati dell’Anti Is Operation Room (Aior), il reparto militare libico che, dopo quasi venti giorni di battaglia, ha sconfitto e scacciato dalla città le Read More …

“Rimpatri forzati con politiche illegali”: Amnesty denuncia i governi europei

di Emilio Drudi “Da quando sono ritornato non ho una casa dove abitare. Ho vissuto per qualche tempo sotto i ponti, dentro vecchie auto o un garage… Poi sono andato in un’altra provincia a cercare la mia famiglia, ma non Read More …

Arrestato in Sudan, processato a Palermo. Scambio di persona o vittima dei servizi ?

E’ ripreso, giusto il 3 ottobre scorso, in Corte di Assise a Palermo. il processo ad un giovane eritreo  Medhanie Tesfamariam Berhe, arrestato il 24 maggio dello scorso anno in Sudan, estradato in Italia il 7 giugno del 2016 e rinviato Read More …

Un sacrario per le vittime di Lampedusa: “Onorare i morti salvando i vivi”

Riceviamo e volentieri pubblichiamo questa lettera / appello che ci arriva da una delle persone che rappresenta un esempio  di come vorremmo fosse questo  paese  e forse questo mondo. Forse un sacrario non basta, forse sarebbe ora di avere verità Read More …

Evocare le vittime, non dimenticare i colpevoli

La giornata della Memoria e dell’Accoglienza. Suona terribilmente ipocrita sapere che  le stesse mani che oggi saranno a Lampedusa sono quelle che firmano accordi politici e militari che negano la salvezza di chi fugge, le stesse che usano il pugno Read More …

“Due migranti gasati in Marocco”. Sempre più vittime per i respingimenti in appalto, ma non fanno notizia

di Emilio Drudi La stampa spagnola non ha dubbi: li hanno uccisi i gas sparati dalla polizia nel tunnel attraverso il quale speravano di poter entrare dal Marocco nel territorio dell’enclave di Melilla. Sono due migranti fuggiti dal Burkina Faso. Read More …

Pugno di ferro di Al Bashir: bloccati migranti al confine tra Sudan e Libia

Cornelia I. Toelgyes* Tra il confine con la Libia e il Sudan sono stati intercettati quarantuno migranti “illegali” dalle Rapid Support Forces (SRF) sudanesi, nome ufficiale dei gruppi janjaweed, milizie paramilitari diventate tristemente famose per le atrocità commesse in Darfur: i Read More …

Perché penso che il sondaggio sui musulmani sia pericoloso

Pubblichiamo questa interessante riflessione relativa ad un sondaggio realizzato da IPR Marketing per conto del “Quotidiano Nazionale”. Il punto di vista della nostra amica Sabika Shah Povia, prontamente pubblicato su La Città Nuova, (Corriere della Sera di Milano), illustra come Read More …