Oltre 170 migranti morti in dieci giorni: sotto accusa la politica dei “muri”

di Emilio Drudi Il 2018 si è aperto con le vite spezzate di oltre 170 giovani migranti che tentavano di raggiungere le coste europee. Centosettantadue in appena dieci giorni. Due ragazzi a Melilla, travolti dal Tir sotto il quale si Read More …

Tunisia: morti di “democratico dissenso”

di Monica Scafati In questi giorni di nuovo dalla Tunisia arrivano flebili voci di proteste in atto. La mattina dell’11 gennaio da noi è Repubblica ad uscire con poche righe a riguardo. Sulla scia di ciò che sta accadendo in Read More …

Una donna è assassinata al Cara di Mineo, una struttura che doveva essere chiusa da mesi

Il silenzio della società civile e delle istituzioni: di Carlo Colloca* *docente di Sociologia urbana presso l’Università degli Studi di Catania e Consulente della Commissione parlamentare di inchiesta sul sistema di accoglienza dei migranti Era mercoledì 21 giugno 2017 quando Read More …

Soldati italiani in Niger: una scelta neocoloniale per scaricare sull’Africa il dramma dell’immigrazione

di Emilio Drudi Sono stati scelti i parà della Folgore, un reparto d’élite, per il primo contingente militare italiano da inviare in Niger, dove sono già operative basi francesi, americane e tedesche. Quasi 500 uomini con 130 veicoli e il Read More …

Torino: soluzioni per le palazzine “ex MOI” proposte da chi le abita

Il documento che segue, elaborato dal Comitato di Solidarietà migranti e rifugiati costituisce  una analisi impietosa di un progetto presentato come “risolutivo” per gli occupanti di alcuni edifici a Torino. Dalla Pasqua del 2013 le palazzine dell’”Ex MOI”, realizzate per Read More …

Oltre mille profughi-schiavi in un lager a Sabha: nessuno ascolta il loro grido d’aiuto

di Emilio Drudi e Abraham Tesfai Più di mille giovani eritrei ed etiopi, sequestrati da bande di predoni in prossimità del confine tra il Sudan e la Libia, sono segregati da oltre sei mesi in una enorme prigione dei trafficanti Read More …

Migranti, il blocco in Libia moltiplica arrivi e morti sulla rotta spagnola

di Emilio Drudi Si erano nascosti su una chiatta merci partita il 3 dicembre da Dakar, in Senegal, e diretta in Belgio. Erano in 19, tutti giovani senegalesi tra i 18 e i 25 anni. Li hanno scoperti solo undici Read More …

Respingimenti in Libia, soccorsi ritardati, ONG ostacolate. Riflessioni sui fatti di novembre.

di Paolo Cuttitta (Vrije Universiteit Amsterdam) Nei giorni 23 e 24 novembre il MRCC (centro di coordinamento dei soccorsi marittimi) di Roma – gestito dalla Guardia Costiera – imponeva alla nave Aquarius dell’ONG franco-italo-tedesca SOS Méditerranéee alla nave Open Arms Read More …

Madina: uccisa da un treno fra Serbia e Croazia

Pubblichiamo una vicenda passata sotto silenzio ma che rivela come anche la cosiddetta “Balkan route” continui a mietere vittime fra coloro e sono tante e tanti che cercano di entrare in Europa fuggendo da condizioni di vita inaccettabili. Dovrebbe provocare Read More …

Dal vertice di Abidjan un piano per l’Africa o per l’Europa?

di Emilio Drudi Dal vertice di Abidjan, in Costa d’Avorio, l’Europa è uscita impegnandosi a “scrivere”, insieme agli Stati africani, un nuovo piano per eliminare i centri di detenzione e i campi profughi in Libia. Secondo i calcoli dell’Unione Africana, Read More …

Don Zerai: “A Calais è di nuovo jungla: morto il senso stesso di umanità”

di Emilio Drudi Dormono all’aperto tra le dune, accampati alla meglio nella boscaglia, cercando di ripararsi dal freddo con qualche coperta. I più fortunati con un sacco a pelo. Sono giovani e la dura esperienza di profughi li ha abituati Read More …

Nuovi “boat people” nel Mediterraneo: i muri della Fortezza Europa non li fermano

di Emilio Drudi Novemila migranti arrivati in Spagna nel 2016, oltre 22 mila negli ultimi undici mesi, sino a fine novembre. Si registra, in particolare, un aumento molto forte da quando la rotta libica è diventata più difficile, con una Read More …

L’Unione europea tra delocalizzazione dell’accoglienza ed esternalizzazione delle frontiere

di Marco Omizzolo* La mobilità è caratteristica propria del modo di essere e di riprodursi delle comunità umane. Questa caratteristica, forse con un impegno politico europeo sconosciuto prima per determinazione, sembra essere violata in Europa con l’esistenza di frontiere spesso Read More …

Mercato degli schiavi in Libia. Crescono indignazione e proteste, tace solo la politica europea

di Emilio Drudi Sono scesi in piazza quasi in seimila, a Parigi, per protestare contro il mercato degli schiavi alimentato con i migranti intrappolati in Libia. Il filmato trasmesso dalla Cnn, che documenta di uomini messi all’asta in una piazza, Read More …

L’inferno dei profughi in Libia: diventano un’auto-accusa le giustificazioni dell’Italia di fronte alla denuncia Onu

di Emilio Drudi “Cos’è oggi la Libia si sapeva già…”. O, ancora: “Sono cose terribili, ma in fondo già note”. E via di questo tono. E’ con dichiarazioni di questo genere che vari esponenti del Governo e del Parlamento italiano Read More …