PROTEZIONE UMANITARIA A CITTADINO SENEGALESE – Il principio generale di irretroattività comporta che la nuova legge (cd decreto sicurezza) non possa essere applicata al caso di specie

Tribunale di Genova, provvedimento del 31 ottobre 2018 “Venendo all’esame della domanda subordinata, deve essere preliminarmente affrontata la problematica relativa all’entrata in vigore del D.L. n. 113/18 del 4.10.18 pubblicato sulla GU del 4.10.2018 ed in vigore dal 5.10.2018, in Read More …

PROTEZIONE UMANITARIA A CITTADINO GUINEANO – Il c.d decreto sicurezza non si applica ai procedimenti instaurati ed assunti in decisione prima del 5 ottobre 2018

Tribunale di Genova, provvedimento del 31 ottobre 2018 “Oggetto del giudizio (…) è l’accertamento del diritto soggettivo del ricorrente alla protezione invocata. In tal senso il ricorso deve essere interpretato, essendo del resto le domande chiaramente dirette alla tutela di Read More …

PROTEZIONE UMANITARIA RICONOSCIUTA A CITTADINO MALIANO- Il cd Decreto Sicurezza non si applica ai procedimenti instaurati prima del 4 ottobre 2018

Tribunale di Genova, provvedimento 23 ottobre 2018 “Non applicabilità al presente giudizio delle norme del c.d. decreto sicurezza riguardanti la protezione umanitaria. Preliminarmente deve essere affrontata la problematica relativa all’entrata in vigore del DL n. 113/18 del 4.10.18 pubblicato sulla Read More …

ESPULSIONE – CASSAZIONE “Il Giudice di Pace ha l’obbligo di attivare i propri poteri istruttori e pronunciarsi sul rischio derivante dal rimpatrio nel paese d’origine per il cittadino nigeriano”

Corte di Cassazione, ordinanza 11 settembre 2018 “Il terzo motivo, con cui si deduce la violazione e/o falsa applicazione dell’art. 19 TU Imm. e omesso esame di un fatto decisivo in giudizio, è, invece, fondato. Ed infatti in sede di Read More …

Le modifiche apportate dal decreto 113 del 2018 (c.d. decreto sicurezza) alla protezione umanitaria regolata dall’art. 5 comma 6 del d.lgs 286/98 non si applicano ai procedimenti instaurati, e comunque assunti in riserva, prima del 4 ottobre 2018

Tribunale di Genova, provvedimento del 9 ottobre 2018 “Occorre precisare in proposito che al presente giudizio non si applicano le modifiche apportate all’art. 5 comma 6 d.lgs. 286/98 ed all’art. 32 comma 3 d.lgs. 25/08 dal d.l. 4/10/2018 n. 113 Read More …

PROTEZIONE UMANITARIA POST DECRETO SALVINI “La difficile situazione del Mali è un elemento determinante ai fini della valutazione del rilascio del permesso di soggiorno”

Tribunale di Genova, provvedimento del 03 ottobre 2018 “Va premesso che al presente giudizio non si applicano le modifiche apportate all’art. 5 comma 6 d.lgs. 286/98 ed all’art. 32 comma 3 d.lgs. 25/08 dal d.l. 4/10/2018 n. 113 (c.d. decreto Read More …

“La situazione socio-politica del Bangladesh consente di ritenere che il ricorrente, una volta tornato nel suo Paese, si troverebbe in una condizione di estrema vulnerabilità, quindi gli va riconosciuta la protezione”

Tribunale di Genova, ord. 12 febbraio 2018 “Alla luce di tutto quanto sopra appare verosimile che il ricorrente si sia trovato nella necessità di lasciare il Bangladesh non solo per sfuggire alle minacce ricevute ma per reperire altrove un’attività lavorativa Read More …

“Deve riconoscersi lo status di rifugiato al ricorrente cittadino gambiano che rischia di essere incarcerato e dunque subire torture a causa della sua omosessualità”

Tribunale di Genova, ord. 23 marzo 2018 “Si ritiene che sussistano i presupposti per il riconoscimento, in favore del richiedente, dello status di rifugiato. Il racconto delle sue vicende, pur non sempre lineare e con qualche contraddizione, è apparso coerente Read More …

“Merita la protezione umanitaria il cittadino del Senegal vulnerabile sia sotto il profilo soggettivo per le drammatiche vicende vissute in Libia, sia sotto il profilo oggettivo attesa la situazione di assoluta incertezza nella regione della Casamance”

Tribunale di Genova, ord. 7 marzo 2018 “Ciò posto, occorre tenere conto: – sotto il profilo soggettivo, delle drammatiche vicende vissute in Libia, segregato, costretto a lavorare, torturato. Quanto al trattamento violento subito dagli stranieri in transito dalla Libia, in Read More …

T.A.R Piemonte : Permesso di soggiorno per motivi di studio. Le procedure concordate dei Ministeri degli Esteri e dell’Interno non assurgono a fonte di diritto

Le c.d procedure concordate con i Ministeri degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e dell’Interno per l’anno accademico 2016/2017 non possono assurgere a fonte di diritto, trattandosi solo di atti interministeriali, contenenti indicazioni operative, che non possono introdurre ipotesi Read More …

DI FRONTE A SERI ELEMENTI ATTESTANTI LA MINORE ETÀ LA QUESTURA E IL MAGISTRATO NON POSSONO METTERE A RISCHIO I DIRITTI DEL MINORE, OMETTENDO DI PRENDERLI IN CONSIDERAZIONE

Consiglio di Stato, sez. III, 29 dicembre 2017, n. 6191 La questione controversa riguarda il mancato rilascio del permesso di soggiorno per minore età in favore del ricorrente in primo grado, cittadino del Bangladesh, entrato in Italia il 25 luglio Read More …

“Merita la protezione umanitaria il cittadino del Gambia considerate le drammatiche esperienze vissute nel suo Paese d’origine (ancora oggi insicuro) e durante il suo viaggio e la sua permanenza in Libia”

Tibunale di Genova, ord. 23 gennaio 2018 ” Si ritiene che meriti invece accoglimento la domanda del ricorrente di concessione del permesso di soggiorno per motivi umanitari, considerando le circostanze drammatiche in base alle quali l’interessato ha dovuto lasciare il Read More …