Dal vertice di Abidjan un piano per l’Africa o per l’Europa?

di Emilio Drudi Dal vertice di Abidjan, in Costa d’Avorio, l’Europa è uscita impegnandosi a “scrivere”, insieme agli Stati africani, un nuovo piano per eliminare i centri di detenzione e i campi profughi in Libia. Secondo i calcoli dell’Unione Africana, Read More …

Don Zerai: “A Calais è di nuovo jungla: morto il senso stesso di umanità”

di Emilio Drudi Dormono all’aperto tra le dune, accampati alla meglio nella boscaglia, cercando di ripararsi dal freddo con qualche coperta. I più fortunati con un sacco a pelo. Sono giovani e la dura esperienza di profughi li ha abituati Read More …

Soccorsi bloccati e una strage sfiorata: dal diario di bordo di Proactiva Open Arms

La Ong spagnola Proactiva Open Arms è stata protagonista, una settimana fa, suo malgrado, dell’ennesimo episodio che testimonia l’assurdità degli accordi presi con la Libia per “fermare” i migranti. Come ricostruito nel diario di bordo di Proactiva che di seguito Read More …

Nuovi “boat people” nel Mediterraneo: i muri della Fortezza Europa non li fermano

di Emilio Drudi Novemila migranti arrivati in Spagna nel 2016, oltre 22 mila negli ultimi undici mesi, sino a fine novembre. Si registra, in particolare, un aumento molto forte da quando la rotta libica è diventata più difficile, con una Read More …

«La verità va gridata dai tetti» Lettera aperta sui respingimenti in Libia ai parlamentari italiani ed europei

Uno stesso filo lega le morti in mare dell’11 ottobre 2013 e quelle del novembre 2017: una politica di respingimento affidata all’Italia. Chiediamo ai nostri rappresentanti di audire i testimoni di quelle stragi e di mettere fine alla scelta disumana Read More …

L’Unione europea tra delocalizzazione dell’accoglienza ed esternalizzazione delle frontiere

di Marco Omizzolo* La mobilità è caratteristica propria del modo di essere e di riprodursi delle comunità umane. Questa caratteristica, forse con un impegno politico europeo sconosciuto prima per determinazione, sembra essere violata in Europa con l’esistenza di frontiere spesso Read More …

Mercato degli schiavi in Libia. Crescono indignazione e proteste, tace solo la politica europea

di Emilio Drudi Sono scesi in piazza quasi in seimila, a Parigi, per protestare contro il mercato degli schiavi alimentato con i migranti intrappolati in Libia. Il filmato trasmesso dalla Cnn, che documenta di uomini messi all’asta in una piazza, Read More …

A volte tornano. Un uomo tunisino sopravvissuto al sequestro libico

Tempo fa, in un’ottima ed interessante intervista, la giornalista Nancy Porsia ci raccontò, con dovizia di particolari, di come, grazie anche alle complicità dei governi italiano ed europei, si andava realizzando una vera e propria affermazione della mafia in Libia. Read More …

Emancipation of Afghan women lies on their own struggle and political awareness!

Riceviamo e pubblichiamo un interessante contributo da Kabul relativo alla condizione di vita e di lotta delle donne  afghane. Si tratta di un pezzo di storia di un paese che non conosce pace, in cui si continua a soffrire ma Read More …

Meno arrivi di profughi dalla Libia, ma più morti e sofferenze in Libia

di Emilio Drudi I migranti sbarcati in Italia dal primo gennaio ad oggi sono diminuiti del 30,13 per cento rispetto allo stesso periodo del 2016. Il mese di ottobre in particolare ha fatto registrare un crollo del 78 per cento. Read More …

In Sudan per bloccare i migranti l’Europa continua a finanziare i criminali janjaweed

  Cornelia I. Toelgyes* da Africa ExPress L’Unione Europea ha stanziato centosei milioni di euro il 23 ottobre scorso per ulteriori aiuti al Sudan. Il finanziamento è stato deliberato dopo il rapporto di Christos Stylianides, commissario dell’UE, responsabile aiuti umanitari Read More …

Blindato anche il Sahara: migliaia di profughi espulsi o respinti in pieno deserto

di Emilio Drudi Dopo il Mediterraneo, sono sempre più blindati anche il Sahara e le altre “vie di terra”. Negli ultimi mesi migliaia di profughi sono stati respinti o espulsi, lungo la frontiera del deserto, dall’Algeria e dalla Libia. Soprattutto Read More …

La strage del 9 ottobre: la marina militare tunisina sperona e affonda un barcone di fuggitivi. Non solo una cronaca

Sono passate due settimane da un ennesimo naufragio nel Mediterraneo Centrale. Questa volta la dinamica dell’affondamento di un barcone,  partito dalle coste tunisine, porta a credere ad un atto doloso realizzato per fermare i migranti. Prendiamo il racconto che ci Read More …

Migliaia di profughi prigionieri a Sabratha dei trafficanti “riciclati” in gendarmi anti-immigrazione.

di Emilio Drudi Da 7 a 9 mila profughi prigionieri a Sabratha. Li hanno trovati i soldati dell’Anti Is Operation Room (Aior), il reparto militare libico che, dopo quasi venti giorni di battaglia, ha sconfitto e scacciato dalla città le Read More …

“Rimpatri forzati con politiche illegali”: Amnesty denuncia i governi europei

di Emilio Drudi “Da quando sono ritornato non ho una casa dove abitare. Ho vissuto per qualche tempo sotto i ponti, dentro vecchie auto o un garage… Poi sono andato in un’altra provincia a cercare la mia famiglia, ma non Read More …