Las devoluzione en calientes, notizie dalla Spagna

Di quanto avviene in Spagna e più in generale  nella penisola iberica, in materia di immigrazione, respingimenti  e diritto di asilo, si parla da noi molto poco. Dopo alcuni  spunti che ci ha  offerto  recentemente Emilio Drudi pubblichiamo volentieri quanto Read More …

Già 6 profughi morti nel 2017 ma l’Italia continua ad alzare barriere

Ormai non fa più notizia ma nel Mediterraneo si continua a morire, come se nulla fosse, lontano magari dalle coste europee ma grazie a leggi e strumenti di controllo che non si occupano minimamente delle vite umane. Lo fanno solo, ce lo racconta Emilio Drudi, quelle organizzazioni umanitarie che continuano a sfidare il silenzio e l’indifferenza, quando non l’aperta ostilità Read More …

Come funziona il business del traffico di esseri umani in Libia

Una giornalista di prim’ordine che ci fa onore di essere nostra amica, Nancy Porsia, ci racconta la verità che è in grado di vedere, sul posto, in Libia, rispetto al traffico di esseri umani. Un articolo che informa laddove il governo preferisce apprestarsi a violare le leggi internazionali. Read More …

CIE: risposte vecchie e fallimentari di fronte a problemi nuovi. È ancora 29 dicembre

17 anni fa il rogo dell’allora CPT (oggi sarebbe CIE) Serraino Vulpitta, con 6 ragazzi uccisi. Nonostante per tanti anni si sia dimostrato che la detenzione amministrativa produce solo danni, il nuovo governo risponde alle sparate razziste e securitarie di Grillo e Salvini, con le antiche, vecchie, inutili e illegali armi di propaganda
Read More …

Le giovani migranti Prostitute per forza chi difende quei corpi da espellere

di Alessandra Ballerini* Alcune vengono da sole, grazie al passaparola, col mio nome e l’indirizzo dello studio scritti confusamente, in una sorta di anagramma, su un lembo di carta. Alcune sono state indirizzate alla mia porta dalla mitica Comunità di Read More …

Migrare al nord, dai suoi abitanti

Ci giunge dalla Francia un racconto corale e potente che parla voci dissonanti e che non consolano. Voci di uomini, di ragazzi e di donne, attorno ad un fuoco nella giungla, nella giungla di Calais, quella che oggi è stata resa deserto per impedire a queste voci di alzarsi. Ringraziamo commossi l’autore e la nostra compagna Annalisa per l’amore e la cura messe nella traduzione dal francese. Read More …

Profughi, fuggire dall’Italia anche a rischio della vita: 9 vittime nel 2016

di Emilio Drudi Le ultime vittime sono due giovani eritrei, un ragazzo e una ragazza, partiti da Verona e rimasti schiacciati in Austria, il 3 dicembre, dal Tir sotto al quale si erano nascosti per passare il confine. Le ultime Read More …

L’altra faccia della relocation

Riceviamo e pubblichiamo volentieri questo articolo apparso su Dinamo Press che costringe a fare alcuni ragionamenti non scontati rispetto al meccanismo delle relocation. Un progetto fallimentare nei suoi esiti, iniziato nel settembre 2015 ma che soprattutto, come ci viene fatto Read More …

Costa libica: meno navi di soccorso più persone a rischio. Gli effetti dei nuovi accordi

Fulvio Vassallo Paleologo Ripiegamento delle navi umanitarie dopo il rafforzamento dei rapporti tra EUNAVFOR MED e Guardia Costiera libica. Ancora vite umane a rischio.  Sono anni che, dopo ogni strage nel Mediterraneo, i vertici dell’Unione Europea e quindi le agenzie Read More …

Lettera sulla situazione dei bambini rifugiati in Turchia

Barbara Spinelli e 54 deputati del Parlamento europeo denunciano l’incapacità della Turchia di offrire protezione ai rifugiati Bruxelles, 14 novembre 2015 Barbara Spinelli, insieme a 54 deputati del Parlamento europeo, ha inviato in data odierna una lettera al Vicepresidente della Read More …

La guerra invisibile contro i migranti

Stefano Galieni* Si sta combattendo su fronti diversi, spesso celati dal rumore di una falsa informazione. Una guerra che si combatte provocando vittime e dolori ma che resta lontana dalla falsa vita raccontata con cui ci annebbiano la vista. Una Read More …

Catena di stragi nel Mediterraneo centrale mentre EUNAVFOR MED avvia la formazione della Guardia costiera libica. Che fine ha fatto Frontex ?

Fulvio Vassallo Paleologo Secondo quanto testimoniano gli operatori umanitari presenti a Lampedusa, come si legge in un comunicato  odierno di Mediterranean Hope, “sono arrivati questa notte intorno all’una e un quarto i 29 sopravvissuti al naufragio avvenuto davanti le coste Read More …

Sudan e Gambia contro la Corte dell’Aia ma l’Italia li “ingaggia” per i migranti

di Emilio Drudi Negli ultimi cinque mesi centinaia, migliaia di profughi eritrei sono stati fermati in Sudan e gettati in carcere, in attesa di essere rimpatriati contro la loro volontà: riconsegnati alla dittatura dalla quale erano scappati. Lo scorso agosto, Read More …