Migrazioni e futuro dell’Europa, sei proposte per agire

di Guido Viale Si è tenuto mercoledì 24 maggio a Milano un convegno dal titolo, Accogliere emergenze, promuovere diritti, promosso dalla Casa della Carità e che ha visto interventi di estremo rilievo. Pubblichiamo quello del nostro  amico Guido  Viale che avanza sei proposte su cui da tempo e in tanti, anche in ADIF, ragioniamo e Read More …

«Il nostro compito è salvare vite, l’attacco alle ong è ridicolo». Intervista a Riccardo Gatti, direttore delle operazioni della nave Golfo Azzurro della Ong spagnola Proactiva Open Arms

Intervista di Daniela Padoan 24 marzo 2017, al telefono dalla nave “Golfo azzurro”. Come stai? Abbiamo recuperato cinque corpi. Galleggiavano nei giubbotti salvagente. Erano ragazzi tra i sedici e i venticinque anni. Avvisti un corpo che galleggia e sai subito quel che significa: decine, forse centinaia di persone inghiottite dal mare. É la realtà che Read More …

Massacrati su un barcone 42 profughi somali in fuga dallo Yemen

di Emilio Drudi Erano fuggiti mesi, anni fa, dalla Somalia sconvolta dalla guerra civile e dal terrorismo di Al Shabaab, cercando scampo nello Yemen. Sono rimasti finché hanno potuto. Poi la guerra e la carestia li hanno scacciati anche da qui, costringendoli a un’altra fuga per la vita, di nuovo in mare, ma questa volta Read More …

Gli effetti nefasti dell’accordo UE -Turchia

Pubblichiamo alcune valutazioni di merito derivanti da quanto è stato discusso il 12 gennaio 2017 in sede UE. In tale data la Commissione europea ha incontrato la Commissione Libertà civili, Giustizia e Affari Interni (LIBE). Il testo contiene non solo dati ma elementi di riflessione importanti in merito allo stato di attuazione degli accordi UE- Read More …

Profughi, fuggire dall’Italia anche a rischio della vita: 9 vittime nel 2016

di Emilio Drudi Le ultime vittime sono due giovani eritrei, un ragazzo e una ragazza, partiti da Verona e rimasti schiacciati in Austria, il 3 dicembre, dal Tir sotto al quale si erano nascosti per passare il confine. Le ultime vittime del “sistema Italia” per l’assistenza a profughi e migranti. Dall’inizio dell’anno si sono contati Read More …

Libertà per gli uomini e le donne dell’HDP, fuori la Turchia dal Consiglio d’Europa, canali umanitari per i profughi

ADIF con il popolo curdo, con la sinistra turca, con i laici che tentano di opporsi con ogni mezzo ad un regime fascista finanziato e sostenuto dall’Unione Europea. Garantiremo spazio sul nostro piccolo sito a quelle voci libere che vorranno raccontarci cosa avviene in un paese in cui si sogna di vivere in pace ma si è condannati ad una guerra permanente. Read More …

Rifugiati ambientali: dopo il convegno di Milano

Il convegno organizzato a Milano da Barbara Spinelli ha rappresentato una significativa “pietra miliare” nel dibattito politico italiano Il convegno su Il Secolo dei Rifugiati Ambientali?, organizzato dall’europarlamentare on. Barbara Spinelli con il contributo, tra gli altri, della nostra associazione, ha segnato una piccola ma significativa “pietra miliare” nel dibattito politico italiano. Finora, infatti, il Read More …

La sfida dei profughi ragazzini

di Emilio Drudi Ha cercato di saltare su un Tir in corsa, alle soglie dell’Eurotunnel, ma è finito sotto le ruote. E’ morto così, a Calais, un ragazzino afghano di appena 14 anni. E’ la più giovane delle decine di vittime del muro eretto per fermare i profughi sul versante francese della Manica. Ma ad Read More …

Profughi: sempre più barriere e soldi in cambio di uomini

di Emilio Drudi* Sono poco più di 290 mila i profughi giunti in Europa dall’inizio dell’anno fino al 30 agosto. Per la massima parte in Grecia, oltre 163 mila, e in Italia, circa 115 mila. In Italia il flusso ricalca grossomodo quello dello scorso anno, ma è enormemente inferiore in Grecia, dove nell’arco del 2015 Read More …

Profughi: più muri, più morti, più trafficanti, meno diritti

di Emilio Drudi Sono circa 275 mila i profughi arrivati in Europa dall’inizio dell’anno: oltre 268 mila attraversando il Mediterraneo e più di 6.500 via terra, soprattutto in Bulgaria. In Italia ne sono sbarcati quasi 100 mila, grossomodo come nei primi otto mesi del 2015; poco più di 4.500 in Spagna e gli altri 160 Read More …

L’accoglienza nel porto di Augusta, un molo giallo di zolfo e amarezza

Alessandra Ballerini* La bocca amara. E acida. Gli occhi che non trattengono le lacrime. Non è questione di sensibilità e neppure di coscienza. Non è per la donna somala che trascina una gamba, per i neonati stretti al petto di madri dolenti, per i disabili costretti anche a questa prova, per le innumerevoli persone che Read More …

Profughi, piano di ricollocamento: l’ennesimo suicidio dell’Europa

di Emilio Drudi Dall’inizio dell’anno ne sono arrivati a migliaia al centro della Croce Rossa sulla via Tiburtina, a Roma: giovani profughi, per lo più africani, provenienti dal Sud Italia. Nel 2015 tantissimi erano “transitanti” sconosciuti, senza documenti. Ora quasi tutti sono stati identificati e fotosegnalati. Alcuni si fermano solo pochi giorni, per poi riprendere Read More …

Piano per bloccare i profughi: Human Rights Watch accusa l’Europa

di Emilio Drudi Novantasette profughi eritrei, tra cui 22 donne, sono stati arrestati, il tre luglio, in una vasta retata condotta dalla polizia a Misurata. Accusati di immigrazione illegale, ora sono in attesa di essere riconsegnati ad Asmara. Il governo di Tripoli ha già preso contatto con l’ambasciata per espellerli prima possibile. Poco importa se Read More …

SOLIDARIETÀ A OSPITI IN ARRIVO: ARRESTATECI TUTTI!

Pubblichiamo un appello che ci giunge  da uomini e donne che, come noi, considerano l’accoglienza un imperativo e non un reato. Ma chi come gli attivisti di “Ospiti in arrivo”, si prende carico delle incombenze a cui avrebbero dovuto rispondere le istituzioni preposte, prima assenti oggi assurdamente acccusatorie e vessatorie deve sapere bene che gli Read More …

Profughi rapiti tra Sudan ed Egitto: denunciato un nuovo giro di ricatti

di Emilio Drudi Li hanno sequestrati per chiedere un riscatto, dopo averli attirati in Egitto con il miraggio di un lavoro. Erano in quattordici, tutti profughi eritrei rifugiati in Sudan. Alcuni hanno ceduto alle minacce. Altri hanno cercato di resistere e i rapitori non avrebbero esitato a ucciderne tre, “per dare un esempio”. Non si Read More …