Tentativo di sequestro di una nave della ONG Proactiva in alto mare. Cosa rimane del diritto internazionale dopo gli accordi tra Italia e governo di Tripoli.

Di Fulvio Vassallo Paleologo, Considerazioni introduttive. Nelle acque del mar libico si intensificano i “soccorsi” di imbarcazioni fatiscenti ricondotte, da mezzi appartenenti alla Guardia Costiera di Tripoli, con il loro carico umano, nei porti libici.  Più recentemente, dopo l’avvio della collaborazione operativa tra la Marina italiana, la Guardia di Finanza e la Guardia costiera libica, Read More …

Continua la politica di scambio sui diritti umani, da Tripoli al Cairo

Stefano Galieni C’era da aspettarselo. In questi giorni di agosto, quando il parlamento  è chiuso e anche ogni  ristretto discussione politica è sommersa, nel clima vacanziero, il governo  italiano realizza i progetti che da tempo contraddistinguono le scelte politiche che covava. L’area di interesse è quella del Mediterraneo, lo scontro  è soprattutto  fra le potenze Read More …

La lezione umana dei richiedenti asilo “Grazie a chi ci ha salvato la vita in mare”

Alessandra Ballerini* “Volevo ringraziare gli italiani che mi hanno salvato la vita in mare. Chi ti salva ti ama”. “Volevo ringraziare perché quando ero in mare avevo dubbio che qualcuno mi potesse salvare. io non posso dimenticare e devo ringraziare”. E ancora: “Ringrazio quelli che ci hanno salvato, mi auguro che questo paese diventi il Read More …

Minniti scatena l’alleato libico e piega la chiesa. Fuoco incrociato sulle ONG.

di Fulvio Vassallo Paleologo La guerra alle ONG che fanno soccorso in mare sembra giunta ad un punto di svolta, con l‘attacco a fuoco di una motovedetta di Tripoli e la dichiarazione di interdizione del passaggio in acque internazionali ricadenti nella zona SAR libica rivolta soltanto alle navi delle stesse organizzazioni governative, incluse anche quelle Read More …

Per una alternativa a Minniti ed ai suoi servizi, per il diritto alla vita.

di Fulvio Vassallo Paleologo Dopo il sequestro della nave Juventa dell’organizzazione tedesca Jugend Rettet  e le notizie, ancora assai poco circostanziate, del coinvolgimento di Don Mussie Zeraj nell’inchiesta promossa dalla Procura di Trapani, avviata a seguito di alcune segnalazioni ricevute da ambienti vicini ai servizi segreti, sembra che la linea del ministro dell’interno Minniti stia Read More …

Processi di piazza e fine dello stato di diritto. Via libera a Generazione identitaria.

 di Fulvio Vassallo Paleologo Gli  estremisti di destra europei di Generazione identitaria sono arrivati nel mar libico davvero tardi. Il lavoro “sporco” lo ha fatto Minniti in collaborazione con la Guardia Costiera di Serraj.  Adesso i giovani identitari europei scorazzano davanti alle coste libiche, scattandosi selfie tra una nave umanitaria ed un’altra, navi impegnate in Read More …

Il reato di solidarietà non esiste : i fatti e le norme. In difesa del principio di legalità.

di Fulvio Vassallo Paleologo Il fermo ed il sequestro del battello appartenente all’organizzazione umanitaria tedesca Jugend Rettet, ed i possibili arresti di coloro che dopo la perquisizione a bordo verranno ritenuti responsabili del reato contestato, l’agevolazione dell’ingresso clandestino, impongono alcune brevi considerazioni a fronte di una campagna di disinformazione che si è riaccesa dopo mesi Read More …

Lesvos: urla dal silenzio. Detenzione arbitraria e respingimenti illegali. Gli accordi con gli stati di transito cancellano il diritto alla vita.

di Fulvio Vassallo Paleologo I sistemi di controllo delle frontiere si sono dimostrati in tensione sempre più forte con i doveri di soccorso e assistenza, come è apparso più evidente nelle isole greche di fronte alla costa turca e nelle acque antistanti la Tripolitania. Nell’opinione pubblica, soprattutto per effetto della campagna diffamatoria nei confronti delle Read More …

Gentiloni e Minniti arrivano in acque libiche prima di Generazione identitaria.

di Fulvio Vassallo Paleologo Da alcuni mesi, in piena coincidenza con la campagna di fango che è stata scatenata in Italia contro le ONG “colpevoli” di soccorrere troppe persone a nord della costa libica, è partita l’iniziativa Defend Europe, sostenuta da un nutrito cartello di organizzazioni europee di estrema destra e rappresentata in Italia ed Read More …

Riprende la strage nella zona SAR libica, mentre si cerca di imporre un codice di polizia alle ONG

di Fulvio Vassallo Paleologo Ancora cadaveri di migranti scoperti a bordo di un gommone soccorso da una nave di una Organizzazione non governativa. Purtroppo come previsto. L’Unione Europea ed i vertici militari (Frontex ed Eunavfor Med ) hanno ritirato le loro navi , il governo ha costretto le Ong sulla difensiva con trattative estenuanti che Read More …

Un regolamento pieno di ombre: i 12 punti del codice di condotta che dovrebbero firmare le Ong domani davanti al ministro Minniti, commentati a Radio Radicale e da Violeta Moreno Lax, Senior Lecturer in law at Queen Mary University of London

Oggi 25 luglio, il ministro dell’Interno Minniti, incontrerà i rappresentanti delle Ong che operano nel Mediterraneo Centrale per attività di soccorso in mare per chiedere che il “regolamento” elaborato dal ministero, una sorta di codice di condotta, venga sottoscritto da chi  intende continuare la propria attività. Il testo, in 12 punti, contiene numerosi elementi critici. Read More …

Bloccata a Suez la nave “nera” C Star, ma a Catania possibili azioni dimostrative di Generazione Identitaria. Una interrogazione parlamentare al Governo.

di Fulvio Vassallo Paleologo Sembra dai rilevamenti satellitari che la nave noleggiata da Generazione identitaria sia ancora bloccata a Porto Suez, probabilmente per problemi legati alle formalità burocratiche connesse all’attraversamento del Canale. Del resto il minimo, per una nave che cambia di continuo nome, bandiera e colore. A meno che i funzionari egiziani non abbiano Read More …

I ministri dell’interno ed il Codice di condotta per le ONG. Prove tecniche di stato di eccezione. Adesso le stragi avranno i nomi dei responsabili.

di Fulvio Vassallo Paleologo 1. I tentativi del governo italiano, finora vani, di condividere le responsabilità di soccorso e di accoglienza dei migranti in fuga dalla Libia sulla rotta del Mediterraneo centrale si stanno traducendo in una lotta senza quartiere contro le ONG che salvano vite umane in mare e in prove tecniche di accordo Read More …

Si intensifica la guerra contro le ONG e si realizzano i piani di morte contro i migranti in fuga dalla Libia. E’ strage continua.

Di Fulvio Vassallo Paleologo Ancora oggi una grave strage nelle acque antistanti la costa libica, dove dovrebbe intervenire la Guardia costiera libica. Sembra che nessuno raccolga i documentati allarmi lanciati da Amnesty International. Come si negano le stragi, si emarginano opinioni e rapporti che potrebbero mettere in discussione le tesi governative. Le acque libiche non Read More …

“Fermare i migranti in Libia”: per incarcerarli e a rischio di una guerra?

  di Emilio Drudi “Fermiamoli in Libia”: lo ha detto il ministro Marco Minniti in una intervista al Messaggero, esplicitando il giro di vite che ha impresso alla politica di chiusura e respingimento praticata dall’Italia nei confronti dei migranti. Politica che, sotto la sua spinta, ha visto dall’inizio dell’anno tre tappe fondamentali: – il memorandum Read More …