Esperimenti di guerra in Afghanistan

Quando abbiamo avuto notizia dell’utilizzo del più grande ordignio  esplosivo esistente in Afghanistan, motivato con la necessità di distruggere i “tunnell dell’ISIS”, ci sono venuti numerosi dubbi. Dell’ISIS in quel paese, dilaniato da una guerra mai finita, in cui sono presenti le milizie talebane e in cui agiva Al Qaeda, non avevamo mai avuto notizia Read More …

Le tante guerre dei profughi siriani se il diritto perde anche la speranza

Alessandra Ballerini* Lui si commuove mentre mi parla della guerra. Anzi delle guerre. Quella sua privata e personalissima, combattuta in silenzio ed eroicamente in due tempi: prima contro la malattia degenerativa e implacabile che gli ha consumato la moglie fino ad annientarla e poi contro il vuoto del lutto, il panico da perdita che ti Read More …

Dal Pakistan all’Afghanistan. I numeri di una vera emergenza. Rifugiati lontani in paesi “sicuri”?

Stefano Galieni Nei nostri articoli parliamo spesso e quasi esclusivamente di Mediterraneo come se fosse il centro  del pianeta anche per quanto riguarda le vicende attinenti ai rifugiati e ai richiedenti asilo. In attesa di contributi che provengono direttamente  da coloro che in prima persona sono impegnati dall’altra parte del pianeta, proponiamo alcune riflessioni a Read More …

La guerra ai migranti diventa guerra totale. L’Italia nel pantano libico.

di Fulvio Vassallo Paleologo Bloccare la consegna delle motovedette alla Guardia costiera libica per non ritrovarsi in guerra. Canali legali e visti di ingresso per motivi umanitari subito. Salvare le vite e sconfiggere i trafficanti di menzogne. Un recente incontro tra autorità italiane ed autorità del governo di Tripoli si è concluso con il passaggio Read More …

Yemen: una strage “dimenticata”, ma buona per fare affari con le armi

di Emilio Drudi La notizia non ha “bucato lo schermo”. Se ne parla poco, insomma. Ma pesanti rapporti di organizzazioni umanitarie e alcuni (pochi, in verità) reportage giornalistici denunciano nello Yemen una escalation di probabili, ripetuti, gravi crimini di guerra e contro l’umanità. Crimini che – secondo quanto riferisce il quotidiano francese Le Monde – Read More …

Soldi in cambio di uomini: ora tocca all’Afghanistan

di Emilio Drudi Soldi in cambio di uomini. Dopo la Turchia ora tocca all’Afghanistan. Lo ha sancito una serie di accordi tra l’Unione Europea e Kabul. Il sigillo finale è stato apposto a Bruxelles il cinque ottobre, nell’incontro convocato per dar corso all’impegno di concedere all’Afghanistan il finanziamento per lo sviluppo di 3,7 miliardi di Read More …

Chi vuole dissolvere la Libia e perché

Il conflitto che potrebbe esplodere in maniera totale, da un momento all’altro in Libia sancirebbe la fine di uno Stato nato nel 1934 e la sua spartizione su base coloniale. A rimetterci sarebbero coloro che continuano ad utilizzare i suoi porti per trovare salvezza in Europa Read More …

Solo l’eguaglianza e la pace possono sconfiggere il terrorismo

La domanda che dovremmo porci tutti e tutte, indipendentemente dal nostro orientamento politico è in fondo molto semplice: chi sta uccidendo l’Unione Europea? E a seguire gli inevitabili quesiti rispetto al movente e alle armiutilizzate.Personalmente credo che questa UE si stia semplicemente suicidando in nome di egoismi monetari e di mercato che non riesce ad Read More …

Una scuola e un CIE in due mattine di marzo

Due esperienze personali e ravvicinate, in una scuola, a poche ore dalle bombe di Bruxelles e in un CIE, ad ascoltare impotenti brandelli di vita. Read More …

Cosa significa “andare in Libia”?

Pubblichiamo un articolo apparso oggi sul Manifesto di Alessandro Dal Lago in merito a quanto si prospetta sulla missione in Libia guidata dal governo italiano. In quadro inquietante e foriero di nuove catastrofi. Read More …

Manifesto per una controffensiva intellettuale e politica

Una riflessione che giunge dalla Francia prima che si attuasse lo Stato di emergenza ma che evidenziava già i segnali di una condizione di enorme fragilità in chi dovrebbe reagire alle catastrofi non casuali del presente Read More …

Stato di guerra e guerra ai migranti.

Di Fulvio Vassallo Paleologo – Clinica legale per i diritti umani – Università di Palermo Sono mesi in cui in Europa e nei paesi vicini che si affacciano sul Mediterraneo stanno cambiando molte cose. Alcune erano già prevedibili, come la deflagrazione delle politiche europee in materia di immigrazione e asilo, con la Commissione, il Consiglio, Read More …

La gabbia Europa

Un editoriale pubblicato su www.zeroviolenza.it, spazio di comunicazione di uomini, donne, identità, differenze. Per parlare di gabbie e frontiere, di fughe e di sfruttamento, di vincoli e di fallimenti, di morte e di responsabilità. Ma soprattutto di politica. Read More …

Il Libano e i richiedenti asilo nella municipalità di Tiro: la voce di un esponente di Amal

di Alice Pistolesi Tiro, municipalità del Libano Sud – Non si può rimproverare al Libano di non avere nel proprio bagaglio culturale l’accoglienza di richiedenti asilo, ma forse in questo momento, per alcuni, è come se si fosse arrivati al ‘troppo che stroppia’. Questi alcuni numeri: su 5 milioni di cittadini, oltre 1 milione sono Read More …

Per un pacifismo pratico

di  Alessandro Dal Lago[1] Le posizioni pacifiste sono solitamente contestate come “irrealistiche” in nome della “necessità” politico-militare, della “difesa”, del “contenimento” o della “neutralizzazione” delle minacce costituite, oggi, dall’estremismo islamico o dall’aggressività di poteri emergenti, stati “canaglia” o neo-nazionalismi. Le giustificazioni della spesa militare o dell’aggressività geo-politica occidentale sonno spesso pretestuose, ma resta il fatto Read More …