La storia di K.L. che vorrebbe fare il meccanico

Chiara Parolin è una nostra amica che ci segue da tempo. Esercita la sua professione di avvocata nel profondo Nord Est, in quel Veneto ancora ricco dove per molti anni l’integrazione economica, l’occupazione in vari comparti dell’industria e del manifatturiero, ha garantito un buon livello di inclusione sociale ma dove la crisi ha colpito duro Read More …

Elementi per un esposto nei confronti del governo italiano a seguito dell’applicazione del Memorandum d’intesa sottoscritto con il governo di Tripoli il 2 febbraio 2017

  Di Fulvio Vassallo Paleologo   Considerazioni introduttive Nelle acque del mar libico continuano a verificarsi naufragi di gommoni carichi di centinaia di persone – che risultano generalmente disperse, salvo i pochi cadaveri recuperati in mare – e si intensificano i “soccorsi” di imbarcazioni fatiscenti ricondotte nei porti libici, con il loro carico umano, da Read More …

Immigrazione: una proposta di legge necessaria ma non sufficiente

Stefano Galieni Da alcune settimane numerose forze associative, sindacali, politiche, stanno raccogliendo le firme per una proposta di legge di iniziativa popolare dal titolo “Nuove norme per la promozione del regolare soggiorno e dell’inclusione sociale e lavorativa di cittadini stranieri non comunitari”. La campagna con cui viene lanciata la proposta ha uno slogan splendido”Ero straniero” Read More …

Denmark: Right-wing government and Social Democrats agree on restrictive asylum policy

Da tempo il governo conservatore in Danimarca concorda, anche con i social democratici, per una politica maggiormente restrittiva nei confronti dei rifugiati. Dopo una breve stagione in cui l’arrivo dei richiedenti asilo incontrò una accoglienza popolare positiva, l’arrivo di 10 mila persone, per la maggior parte intensionati a trasferirsi in Svezia, nell’autunno 2015, portò a Read More …

Catturati 500 profughi dalla Guardia Costiera libica. “Violato il diritto internazionale”

di Emilio Drudi* L’obiettivo sembra ormai essere uno soltanto: intrappolare e abbandonare i profughi in Libia o comunque in Africa. A prescindere dalla loro volontà, dalla loro storia, dai loro diritti. Con qualsiasi mezzo e senza curarsi della sorte che li attende in un paese precipitato nel caos di una guerra civile che dura da Read More …

Accordi tra Italia e Libia e respingimenti collettivi in acque internazionali. Cosa si nasconde dietro la criminalizzazione delle Organizzazioni non governative

Fulvio Vassallo Paleologo La situazione attuale delle attività di ricerca e soccorso operate dalle ONG nelle acque del Mediterraneo centrale è sempre più critica, tra false informazioni diffuse dai servizi segreti e da Frontex, ventate di populismo giudiziario, speculazione politica e diffamazione mediatica. A nessuno sembra importare davvero della vita e della morte di migliaia Read More …

Le Ong, Lord Jim e i soliti sospetti

Riprendiamo dal blog di Barbara Spinelli e molto volentieri pubblichiamo questa riflessione di persona attenta ed informata in maniera precisa dei temi in questi giorni sulle prime pagine dei giornali o nei programmi televisivi, dove sovente prevalgono strumentali semplificazioni ad uso prettamente politico. Barbara Spinelli Articolo pubblicato su «Il Fatto Quotidiano», 30 aprile 2017 La Read More …

Lo Stato penale di Minniti e Orlando

In questi giorni si stanno producendo numerosi interventi e analisi rispetto ai cambiamenti che verranno introdotti con le leggi Minniti Orlando, in materia di immigrazione e “sicurezza urbana”. Testi estremamente inquietanti la cui approvazione sta provocando la reazione di coloro che si occupano in maniera più sistematica di immigrazione (interessante quanto uscito dalla prima assemblea Read More …

Profughi schiavi in Libia e soprusi e violenze in tutti gli Stati lungo le vie di fuga

Prendiamo dall’Agenzia Habeshia e ci associamo alla sua richiesta data la gravità che quotidianamente anche noi stiamo riscontrando, insieme a tante Ong, mezzi di informazione, attivisti, rispetto a quanto avviene in Libia. Crediamo che questo allarme non debba e non possa restare inascoltato! Don Mussie Zerai* Appello all’Italia e all’Unione Europea Angenzia Habeshia Appello all’Italia Read More …

Lavoro Libero. Tutela dei diritti e contrasto allo sfruttamento lavorativo

Il 21 aprile dalle 15.30 alle 19.30, presso l’Aula 2 del Polo Carmignani, si tiene l’incontro “Lavoro Libero. Tutela dei diritti e contrasto allo sfruttamento lavorativo“. La conferenza è l’evento finale del progetto “Chiediamo i nostri diritti. Osservatorio sullo sfruttamento e sportello legale per i lavoratori immigrati”, co-finanziato da Open Society Foundations. Programma 15.30 Saluti Read More …

#Libertà Per Gabriele Del Grande, finalmente sue notizie. E ora mobilitiamoci!

Sono arrivate oggi le prime notizie dirette rispetto alle condizioni di salute di Gabriele Del Grande. Le ha pubblicate la pagina Fb “Io sto con la sposa” riprendiamo direttamente il testo dopo aver parlato con i suoi legali e lo rilanciamo invitando anche noi a mobilitazioni, soprattutto verso le autorità italiane, che debbono ottenere rapidamente Read More …

Malgrado migliaia di vite salvate da ONG e Guardia Costiera, continua la conta dei morti sulle rotte del Mediterraneo centrale. Eclissi di Frontex e di Eunavfor Med. I costi dell’abbandono.

Fulvio Vassallo Paleologo Nelle ultime ore sono giunti dispacci disperati da parte delle Organizzazioni non governative impegnate, sotto il coordinamento della Guardia costiera italiana, in attività di ricerca e soccorso in acque internazionali a nord della costa libica. Si contano morti e dispersi e le vittime potrebbero ancora aumentare per il rapido deterioramento delle condizioni Read More …

Gabriele Del Grande, un comunicato stampa

Rendiamo noto quanto diffuso in queste ore da chi sta seguendo  la vicenda di Gabriele Del Grande,il suo legale Alessandra Ballerini e il Presidente della Commissione per la tutela dei Diritti Umani del Senato, Luigi Manconi   «Auspichiamo che al più presto siano noti i tempi e le modalità di rimpatrio del giornalista e documentarista Read More …

La Turchia appesa al filo del voto referendario!

Stefano Galieni Evet o hayir, Si o No, a questo quesito dovranno rispondere fra poche ore il 16 aprile fino alle ore 15, 55 milioni di cittadini turchi. Un referendum di riforma costituzionale inevitabile dopo che in Parlamento il governo non era riuscito ad ottenere la maggioranza dei 2/3 necessaria a evitare il voto popolare. Read More …

Continuano le stragi nelle acque libiche, mentre le navi umanitarie rimangono sotto attacco e la Siem Pilot di Frontex rimane ferma in porto a Catania.

Fulvio Vassallo Paleologo Dopo gli accordi tra la Guardia Costiera libica e la missione Eunavfor Med e dopo le intese tra Italia e governo Serraj a Tripoli, si sono intensificate le attività di “soccorso” e di riconduzione a terra, nei famigerati centri di detenzione libici, da parte di unità navali con le insegne della sedicente Read More …