Campagna #overthefortress: un viaggio di due mesi dalla Sicilia a Roma dentro e oltre la rotta del Mediterraneo centrale

Pubblichiamo questa interessante proposta proveniente da Melting Pot Europa. 40 tappe, 3.400 chilometri, un camper: partecipa al viaggio e sostieni il crowdfunding Il camper di #overthefortress dal Porto di Igoumenitsa sbarca nel sud Italia per un’azione di inchiesta e comunicazione indipendente al fianco dei migranti e delle realtà locali, per mettere in discussione luoghi comuni Read More …

I finanziamenti italiani e UE agli stupratori sudanesi: 25 eurodeputati scrivono a Roma

di Massimo A. Alberizzi * Dopo l’articolo di Africa ExPress che ha denunciato il maldestro tentativo italiano di fornire un aiuto logistico al Sudan per controllare le frontiere e rimandare a casa i profughi in fuga dall’inferno dei loro Paesi, 25 parlamentari europei, guidati dall’italiana Barbara Spinelli e dalla francese Marie-Christine Vergiat, hanno deciso di Read More …

Agenti libici a bordo delle navi di Eunavfor Med, malgrado gli attacchi alle navi umanitarie e le stragi continue.

Da oggi agenti della sedicente Guardia Costiera libica si trovano a bordo della nave San Giorgio(1) a capo del dispositivo europeo  EUNAVFOR MED ( Operazione Sophia), per portare a compimento quella formazione congiunta prevista in base agli accordi stipulati alcuni mesi fa. Da quando i paesi europei non possono più praticare respingimenti collettivi diretti per Read More …

L’Europa che respinge: crisi dei rifugiati o crisi dei valori?

L’Europa che respinge: crisi dei rifugiati o crisi dei valori? 28 ottobre 2016 Ore 9.30-12.30, Sala Conferenze – Facoltà di Giurisprudenza, Via Verdi, 53 PROGRAMMA Ore 9:30 Saluti di benvenuto Ore 9.40-10.30 “L’Unione europea e la questione migratoria: la crisi del diritto”, prof. Federico Casolari, Università di Bologna Ore 10.30-11.00 Pausa caffè Ore 11.00-11.50 “La Guardia di Read More …

Pestaggi e migranti morti in mare nel Mediterraneo centrale

Di Flore Murard-Yovanovitch Pestati da bastoni e “fatti naufragare” in mare. Questa è l’essenza dell’attacco da parte di un motoscafo della guardia costiera libica, avvenuto venerdì 21 ottobre scorso, a un gommone con circa 150 migranti a bordo, mentre era in corso un’operazione di soccorso da parte dell’ong tedesca Sea-Watch. L’operazione SAR, in coordinamento con Read More …

#20giugnolasciatecientrare

Stefano Galieni Sono trascorsi esattamente 4 mesi dalla giornata di mobilitazione indetta dalla Campagna LasciateCIEntrare, di cui alcune delle persone di ADIF fanno parte, in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato. 4 mesi dopo la Campagna prova a sintetizzare in un rapporto, non solo quanto accaduto in quella giornata ma di fatto il bilancio dell’attività Read More …

L’operazione EUNAVFOR MED (Operazione Sophia) e la nuova Guardia di frontiera e costiera europea di fronte al collasso della Libia

Fulvio Vassallo Paleologo Dal mese di settembre del 2015 l’operazione Eunavfor Med (European Navy For(ce) Mediterranean) veniva lanciata dall’Unione Europea con il proposito di contrastare l’immigrazione irregolare e di stabilire rapporti di collaborazione con le guardie costiere dei paesi africani di transito nei quali si snodava il cd. Corridoio del Mediterraneo centrale, la via di Read More …

La sporca guerra dell’Italia in Yemen

L’articolo che volentieri pubblichiamo ci è stato segnalato da Daniele  Barbieri che ringraziamo   «La ditta Rwm Italia ha esportato in Arabia Saudita in forza di una licenza rilasciata in base alla normativa vigente». I dati sulle esportazioni degli armamenti made in Italy sono opachi ma dalla ministra della Difesa Pinotti arriva la conferma indiretta Read More …

One Day Without Us

Anderline Amamgbo Mentre i migranti programmano una giornata d’azione per ricordare il loro ruolo nella società britannica, la Francia si prepara a chiudere il campo Jungle di Calais Gran Bretagna- One Day Without Us (Un giorno senza noi), che ricorda molto le origini della Campagna Primo Marzo in Italia,  includerà il boicottaggio del lavoro per Read More …

Profughi: tutti “alzano muri”, a cominciare dall’Italia

di Emilio Drudi “L’Europa deve cambiare l’approccio nella lotta allo spreco alimentare come sull’immigrazione. In Ue prevalgono gli egoismi nazionali, ma l’Europa è nata per abbattere muri, non alzarli. Per questo proporrò che quel barcone recuperato nel 2016 sia messo davanti alla sede delle istituzioni europee: mi piacerebbe che lì davanti ci fosse quel relitto Read More …

Radio Biafra – La Voce della Libertà

Chijindu Benjamin Ukah Radio Biafra, fondata e diretta dal Dr. Nnamdi Kanu, e co-fondata dal Sig. Alphonsus Uche Okafor-Mefor (Vice Leader e Vice Direttore di Radio Biafra) e dall’avvocato Emma Mmezu, si batte per la difesa dei diritti dei popoli indigeni del Biafra, IPOB, e per il restauro della antica città del Biafra. Radio Biafra Read More …

Soldi in cambio di uomini: ora tocca all’Afghanistan

di Emilio Drudi Soldi in cambio di uomini. Dopo la Turchia ora tocca all’Afghanistan. Lo ha sancito una serie di accordi tra l’Unione Europea e Kabul. Il sigillo finale è stato apposto a Bruxelles il cinque ottobre, nell’incontro convocato per dar corso all’impegno di concedere all’Afghanistan il finanziamento per lo sviluppo di 3,7 miliardi di Read More …

Il referendum anti immigrazione in Ungheria: intervista a G.M. Tamàs, intellettuale marxista a Budapest

Quest’intervista a G.M. Tamaàs sul referendum anti immigrazione in Ungheria è stata realizzata da Mary Taylor e Agnes Gagyi e pubblicata su LeftEast prima del referendum voluto da Orban. G.M. Tamàs è un filosofo marxista ungherese di origine romena, intellettuale di sinistra e voce dissidente nei confronti del regime di Orbàn, che ha scritto più Read More …

Afghanistan 15 anni dopo

15 anni fa, il 7 ottobre 2001, gli Stati Uniti prima e le forze alleate fra cui l’Italia poi, lanciavano un attacco militare contro l’Afghanistan per “combattere i talebani e Al Qaeda”. Oggi il paese è ancora diviso fra forze fondamentaliste che si combattono, alcune con l’appoggio occidentale altre no. Ma a rimetterci restano le Read More …

3 morti di frontiera

Stefano Galieni   Notizie che spariscono in fretta e che spesso non trovano neanche spazio per un lancio nelle versioni on line dei grandi giornali. Notizie scomode di morti innocenti, di omicidi consumati nel Bel Paese, preso dalle sue misere vicissitudini. Notizie diverse, nelle circostanze in cui si sono determinati gli avvenimenti, nei luoghi e Read More …