Meno liberi e neanche più sicuri. Una risoluzione del parlamento europeo e le ragioni del no

Il 25 novembre scorso il parlamento europeo riunito in plenaria ha approvato a maggioranza una lunga risoluzione contro la radicalizzazione e il terrorismo dopo gli attentati di Parigi. Nel lungo testo che segue proviamo ad analizzarlo, andando oltre le semplificazioni finora emerse e a spiegare le ragioni di una parte del parlamento che non ha condiviso tale documento. Read More …

Report da Bodrum

di Jamal Al Mabrouk Conosco la Turchia per come sia possibile dopo tre anni di permanenza più o meno costante. Lavoro ad un progetto di ricerca sull’immaginario di confine, sul concetto di “Europa” e sulle sue frontiere. In Turchia le elezioni e la competizione politica hanno lasciato il posto alla paura, anche se il coraggio Read More …

Lega Nord e musulmani, il ricatto dei numeri

Le manifestazioni dei musulmani contro il terrorismo hanno avuto scarsa partecipazione, e la Lega lamenta l’«ambiguità» dell’Islam italiano. Ma i numeri la smentiscono Nell’ultima puntata della trasmissione “La Gabbia”, condotta da Gianluigi Paragone, è andato in scena l’ennesimo anatema contro il cosiddetto “islam italiano”. Oggetto degli strali di Viviana Beccalossi (Fratelli d’Italia) e Massimiliano Fedriga Read More …

Italy quietly rejects asylum seekers by nationality, advocates say

di  Kavitha Surana* Nineteen refugees from Eritrea waved to the cameras as they boarded a plane leaving from Rome. Bound for Lulea, Sweden, their trip marked the inauguration of a refugee plan in Europe, one that will redistribute Syrians, Eritreans and Iraqi asylum seekers from Italy and Greece to northern countries with stronger economies and Read More …

Se i rom “dettano legge”

Le associazioni rom chiedono il riconoscimento della loro minoranza, ma con strategie diverse, e con due distinte proposte di legge. Ecco la posta in gioco del dibattito   Tutelare il romanès, cioè la lingua dei rom e dei sinti, e chiederne il riconoscimento ufficiale da parte dello Stato italiano: è questa la battaglia che da Read More …

Il Mostro e il suo creatore

di Annamaria Rivera* Lo sappiamo bene[1]: il terrorismo jihadista, ormai fenomeno endemico tanto quanto la guerra, che sia dichiarata o non, è costituito da un intreccio inestricabile fra modernità e antimodernità. Esso è potentemente iscritto nel mondo della comunicazione e della tecnologia globali (si avvale di armi, media e strumenti di intelligence, oltre che di Read More …

Viminale: una road map senza futuro

Il documento di cui proviamo a dare una lettura critica è stato elaborato nel settembre 2015, due mesi prima della stretta imposta dai fatti di Parigi di cui ancora è difficile percepire il peso e prima ancora del vertice de La Valletta a Malta e degli accordi con il governo turco. Senza questi punti di Read More …

GEOPOLITICA E LESSICO DEI RIFUGIATI

di Barbara Spinelli*

Dopo Parigi: rassegnarsi al terrore mediatico o reagire con la politica?

Le vicende di Parigi, al di là dell’impatto emotivo suscitato, imporrebbero di andare oltre le vuote e ipocrite parole di questi giorni, piene di affermazioni logore ma prive di risposte in grado di produrre soluzioni. Proviamo a sintetizzare alcuni elementi avendo come punto di riferimento il sistema comunicativo e informativo nazionale e continentale, quello che Read More …

Le missioni anti-migranti di Frontex ed EUNAVFOR MED nel Mediterraneo

di Antonio Mazzeo*   C’è una foto che descrive bene la sporca guerra che l’Europa ha scatenato nel Mediterraneo contro decine di migliaia di rifugiati in fuga da altre guerre guerreggiate in Africa e Medio oriente. L’ha scattata il fotoreporter Enrico Di Giacomo nel porto di Messina il 22 settembre 2015. Sulla nave della guardia Read More …

Tre buone sentenze

Giudice di Pace di Genova, Dott. G. Gualandi , ord. n. 421 del 6 ottobre 2015 (K.R./ Prefettura di Genova – ricorso ex art 13 dlgs 286/98) Il cittadino marocchino K.R., titolare di passaporto in corso di validità, rilasciato dalle autorità marocchine e valido fino al 15 novembre 2015, faceva ingresso in Italia, in data Read More …

Siamo realisti: 10 ragioni per aprire le frontiere

di Michel Agier e François Gemenne*   Pubblichiamo questo articolo dell’antropologo Michel Agier, e della politologa Francois Gemenne, a poche ore dai tragici fatti di Parigi. Come ADIF continuiamo a credere che queste siano le risposte che andrebbero date al terrore. In un periodo in cui l’Europa è esposta all’arrivo dei migranti, due ricercatori che Read More …

Naufragio dei diritti al Vertice euroafricano de La Valletta a Malta. L’Unione Europea rilancia la guerra ai profughi, sostegno pieno alle dittature. Verso la fine del diritto di asilo in Europa.

Bilancio amarissimo dal Vertice eurofricano di Malta. Alla fine tutto si è risolto in una questione di soldi e di difesa delle frontiere europee.http://www.maltastar.com/dart/20151113-valletta-summit-five-priorities-sixteen-concrete-measures http://www.politics.co.uk/comment-analysis/2015/11/13/comment-why-has-europe-stopped-caring-about-children-drownin “EU gives green light to German, Swedish temporary border checks” http://www.trust.org/item/20151113125649-v80tr/ Anche a costo di collaborare con le peggiori dittature africane e di cancellare il diritto di asilo in Europa. Read More …

Le politiche della Fortezza Europa

Seguendo i lavori della Commissione per le libertà civili, la giustizia e gli affari interni del Parlamento Europeo, (Libe) le audizioni degli incontri, il materiale prodotto da maggio ad oggi, viene da pensare che, malgrado gli scenari mondiali siano in drastica e continua mutazione, malgrado la ridefinizione di equilibri economici, geopolitici, malgrado il mutare stesso Read More …

Lotta ai trafficanti o repressione dei profughi? Un brutto documento europeo

Nella Commissione Libe (Commissione per le libertà civili, la giustizia e gli affari interni) del Parlamento Europeo, si stanno tenendo in questi giorni gli incontri per definire un rapporto sulla Situazione nel Mediterraneo e la necessità di un approccio complessivo globale dell’Unione Europea in materia di immigrazione. Il 19 ottobre in commissione si è esaminato Read More …